Termovalorizzatore Gerbido

inceneritoreSUL TERMOVALORIZZATORE DEL GERBIDO OCCORRE FARE CHIAREZZA.

Molte persone accusano sintomi preoccupanti: nausea, bruciore agli occhi e difficoltà respiratorie

dovute ai terribili odori che appestano le zone limitrofe all’inceneritore.

Venerdì 24/01/2014 si è svolto in Comune un incontro con i vertici dell’azienda che si occupa della gestione del termovalorizzatore costruito in zona Gerbido. Erano presenti Bruno Torresin, presidente TRM, Mauro Pergetti, direttore generale TRM, Angelo Robotto, direttore generale ARPA Piemonte e Antonella Pannocchia, direttore del dipartimento di Torino.

Loro stessi hanno confermato dieci blocchi automatici, causati dal superamento del limite delle emissioni previste per legge. Il sistema è programmato per lo spegnimento in questi casi.
 Nonostante questo sostengono che gli odori e i malesseri avvertiti dalla popolazione, in base a rilevazioni di TRM e a sopralluoghi dell’ARPA Piemonte, non provengono dall’attività di stoccaggio rifiuti o dal processo di combustione.

Per Maggiori Informazioni: Termovalorizzatore Gerbido